“Osservazione ritmica della natura” per-corso nei Sibillini, Marche


Nel mese di maggio, quando il paesaggio dei Sibillini si trasforma in un vero polmone verde, la Natura si mostra come un nostro involucro verde, con cicli e ritmi terrestri e cosmici, un tempo ben noti a chi li abitava. Il rapporto tra uomo, piante e paesaggio, un tempo “ombelicale”, oggi sembra in pericolo ma vuole essere ripristinato con concretezza e intelligenza per le generazioni future. Come possiamo come adulti sviluppare una via conoscitiva e pratica e stabilire una connessione salutare con la natura? Esistono modi che coinvolgono l’essere umano intero, nella sua fisicità, nell’anima e nelle emozioni, nella sua parte mentale e spirituale?

Ecco un primo percorso di Osservazione ritmica delle piante e del paesaggio prevede parti teoriche e pratiche, di botanica, erboristeria ed ecologia applicata, percezione di piante e paesaggio, la conoscenza dei ritmi dell’anno. Completano la giornata esercizi di osservazione all’aperto e di condivisione. Facilitatrice insieme a Federica Di Luca, educatrice, è Karin Mecozzi, erborista, esperta in Osservazione ritmica del paesaggio con Europäische Akademie für Landschaftskultur PETRARCA.

Erborista Karin Mecozzi, esperta qualificata in fitoterapia, bioterapie naturali e naturopatia, vive a San Severino Marche (MC). Autrice di testi di erboristeria per editori italiani e tedeschi (Ars herbaria, piante medicinali nel respiro dell’anno, 2012 e 2014). Formazione pluriennale in Agricoltura Biodinamica. Ricercatrice e membro attivo di Europäische Akademie für Landschaftskultur PETRARCA (Associazione internazionale per la cultura del paesaggio, con sede in Germania). Collabora con il Monastero Camaldolese di Fonte Avellana per corsi e seminari.