Ars herbaria: la nuova edizione ampliata

In arrivo nelle librerie il mio primo libro in una nuova veste grafica, dai contenuti ampliati, aggiornati e rivisti.

La riedizione è frutto di un intenso lavoro di squadra che ho apprezzato molto: la foto di copertina con l’Helichrysum italicum dei nostri monti e l’intero progetto di copertina è di Pamela Natalini, come anche molte immagini meravigliose scattate al monastero di Fonte Avellana. L’elicriso con il piccolo ospite, la lumachina, è di Stefano Mecozzi. La realizzazione grafica invita a gustare anche parti più nascoste del mio testo, evidenzia schede, tabelle e esercizi, un meticoloso lavoro tra il grafico Luca Cruciani e l’editore. Le piante medicinali nei loro molteplici aspetti sono in gran parte frutto dell’appassionato lavoro fotografico e botanico di Christoph Simonis a cui sarò sempre grata per la collaborazione. Ringrazio di cuore l’Editrice Natura e Cultura per questa nuova “Ars” e… ad majora!

“Ars herbaria” è nato come raccolta dei miei studi nel campo dell’erboristeria classica, goetheanistica e antroposofica e degli articoli di erboristeria pubblicati in diverse lingue. Vuole essere un invito a sperimentare il mondo delle piante medicinali nel corso dell’anno come in un respiro, ritmico, ripetuto e lieve, sapendo che in tutto il mondo erboristi-raccoglitori cercano le piante medicinali in silenzio, con dedizione, nel luogo adatto.
Possa questo volume far nascere nel lettore il desiderio di raccogliere ed usare le piante, ma possa essere anche fonte di interrogazioni e domande interiori… sulle piante, l’uomo, il paesaggio e i ritmi universali.

10 novembre 2020

Karin Mecozzi, erborista