Dall’Alto Adige: frittelle di sambuco

Oggi ricevo una bella ricetta da Alexia Verena Zöggeler, autrice del libro “Die gute Landkräuterküche” (Löwenzahnverlag 2016) e del blog – landkraeuter.wordpress.com -. Alexia è esperta di piante officinali (floresperta certificata), vive a Vöran, Verano, non lontano da Merano, la mia città natale. Ecco le frittelle di sambuco, con fiori appena raccolti di Sambucus nigra.

Frittelle di fiori di sambuco

per 4 persone

2 uova, 1/4 l acqua, 1 cucchiano di rhum, il contenuto di 1/2 baccello di vaniglia, 4 cucchiai di zucchero, sale, 150 g farina. Mescolare fino ad ottenere una pastella liscia, far riposare per mezz’ora circa. Usare olio da frittura di ottima qualità (olio di semi di girasole high oleic) in una pentola grande e riscaldarlo. Per vedere se la temperatura è giusta provare con un cucchiaio di legno mettendo il manico nell’olio ben caldo: se salgono delle bollicine, l’olio ha una temperatura ideale. Intingere ogni singola ombrella nella pastella e friggere nell’olio per ca. 2-3 minuti. Estrarre e deporre su carta da cucina.

Servire i fiori ancora caldi, con del gelato di vaniglia.

Sambucus arbusto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *