Un’achillea rosa porpora

Achillea mosc.
Una camminata nel comune di Badia Tedalda (AR), all’imbrunire. Ed ecco, nel bel mezzo di un grande pascolo, spuntano fiori color rosa porpora: è l’achillea! Allo sguardo attento, la pianta appare diversa dalla Millefolium che raccolgo solitamente. Il fusto è glabro, senza peli, verde scuro, i fiori più piccoli. E infine, il gusto delle foglie è meno amaro. Manca quel sapore di banana che trovo nella specie bianca. Cercando nei libri e nel web, non riesco ancora a svelare il mistero. Però, intanto, l’ho portata a casa e l’abbiamo essiccata. L’infuso è ottimo, sempre amaro, come la millefoglie consueta. E’ una droga interessante, da inserire nelle miscele amaro-aromatiche, ma anche come “rimedio costituens” per il suo amabile colore rosa che rimane integro anche dopo l’essiccazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.